Come costruire un tetto in legno: Norme e tipologie

Come costruire un buon tetto in legno? La domanda in questione è necessaria ove si stia pensando magari di adottare un nuovo tetto, in quanto occorre analizzare il problema sotto svariati aspetti, tra cui non va dimenticato quello normativo.

Il tetto  riveste una funzione essenziale, quella di completare architettonicamente e strutturalmente la parte superiore dell’edificio provvedendo inoltre alla protezione dell’ambiente interno dagli agenti atmosferici.

Se il fattore estetico conta molto, vanno anche privilegiate la sua capacità di resistere da un punto di vista meccanico, chimico, termico e acustico.

Una volta messe insieme queste prerogative, si può avere un tetto adeguato sulla propria testa, naturalmente di legno.

tetto in legno

Cosa prescrive la legge

 

In tema di tetti in legno, la normativa di riferimento è quella delineata dalle Norme Tecniche per le Costruzioni (N.T.C), in vigore dal 2008. In particolare esse prescrivono l’irrigidimento delle coperture in legno, le quali vengono assimilate ai solai di interpiano nella progettazione strutturale.

Proprio in forza di questo orientamento si rende quindi necessario adottare gli stessi accorgimenti tesi a irrigidire la falda  inclinata del tetto in legno come si è sempre proceduto per i vecchi solai di piano, ovvero  facendo collaborare una soletta in calcestruzzo strutturale solidamente connessa ai travetti in legno ed il relativo tavolato.

Proprio la rigidità, del resto, deriva da una prescrizione di legge, in base alla quale tra due piani, come ad esempio l’ultimo solaio ed il tetto, i relativi solai dovranno avere massa e rigidità simili con tolleranze accettate sino al 25 %, soglia che in alcune regioni viene ulteriormente abbassata al 20%.

Tipologie di tetti in legno

I tetti in legno possono essere:

  • Tetti ventilati: il tetto in legno ventilato, ottimizza la dispersione di calore in inverno, evitando condense;
  • Tetti non ventilati: I tetti non ventilati con il passar del tempo possono creare dei danni all’intera struttura non potendo garantire le proprietà isolante del materiale;
  • Tetti in legno lamellare: Per la costruzione di tetti in legno si utilizza il legno lamellare che rappresenta un’ottima alternativa al cemento armato. Non potendolo trovare in natura, viene prodotto attraverso un processo industriale con almeno 3 lamelle di legno.

 

Perché adottare il legno per il proprio tetto

 

Il legno consente una lunga serie di vantaggi da prendere in considerazione, a partire dalla durata nel tempo, garantita da tecniche di produzione molto sofisticate e da trattamenti appropriati come l’impregnazione e la verniciatura antisettica.
Anche la leggerezza del tetto in legno è una caratteristica da non sottovalutare, soprattutto ove si risieda in una zona sismica. Il legno ha infatti una massa volumetrica cinque volte inferiore a quella presentata dal calcestruzzo, pur avendo uguale resistenza alla compressione, risultando perciò in grado di smorzare le sollecitazioni derivanti da un terremoto.

Non va poi dimenticato come il legno presenti ottime capacità di isolamento termico, presentando una conduttività termica che è un decimo rispetto a quella che caratterizza il calcestruzzo. Inoltre è in grado di assicurare prestazioni molto più elevate rispetto allo stesso calcestruzzo e al ferro, dal punto di vista dell’insonorizzazione.
Anche da un punto dell’estetica e del design, il tetto in legno può presentare una notevole serie di vantaggi, a partire dalla sensazione di comfort e calore assicurata all’abitazione. Inoltre il tetto in legno risulta molto facile e veloce da montare e altrettanto agevole da trasportare. Caratteristiche che dovrebbero senz’altro consigliare alla sua adozione, soprattutto nel caso di abitazioni poste in zone climatiche più fredde.

Per saperne di più, è comunque possibile chiedere consigli e consulenze alle imprese che propongono anche online soluzioni di questo tipo, che possono permettere di ottenere tetti in legno di ottimo livello a prezzi assolutamente convenienti.

Per chiedere un preventivo gratuito e non impegnativo su tetto in legno, Clicca Quì

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Ricerca contenuti

Altri articoli che potrebbero interessarti

costruire una piscina

Quanto costa una piscina: Costi e materiali

La piscina continua a rappresentare una sorta di sogno per molti italiani, un ve...

intonacare muro esterno

Intonacare muro esterno: Come intonacare un muro e quali malte usare

Intonacare muro esterno: cosa occorre fare? Il distacco dell’intonaco, è un p...

Impianti di videosorveglianza: Normativa, bonus e tipologie

Impianti di videosorveglianza: perché conviene adottarli? La vera e propria epi...

Cartongesso: Vantaggi e svantaggi dei mobili in cartongesso

Il cartongesso è sempre più utilizzato all’interno delle nostre case, grazie...

Deposito mobili: Come funziona e quanto costa?

Deposito mobili: come sfruttarlo nel modo migliore? Si tratta di una domanda ...