Cappotto termico, spesa o investimento?

Il problema dell’umidità nelle nostre abitazioni è estremamente importante.

Perchè effettuare un cappotto termico. Leggi Quì

La presenza di ponti termici nella casa, può infatti vanificare anche l’adozione di infissi di elevata qualità e di dispositivi per la termoregolazione di ultima generazione.

 

La presenza di punti deboli attraverso i quali l’umidità si infiltra, riducendo drasticamente il comfort abitativo rappresenta un difetto strutturale che va assolutamente eliminato, in quanto va infine a riflettersi sulle bollette energetiche, spingendo a consumi maggiori di quanto non sarebbe invece necessario.
Uno dei modi migliori per affrontare il problema è il cappotto termico: andiamo dunque a vedere di cosa si tratti e perché la sua adozione possa infine tradursi in un vero e proprio investimento.

 

cappotto termico

Cos’è il cappotto termico

 

Il cappotto termico è l’intervento teso ad aumentare l’efficienza energetica di un’abitazione applicando dei pannelli isolanti di materiale vario che vengono a loro volta ricoperti da un collante  e da uno strato protettivo e teso alla finitura, realizzato con particolari intonaci.

 

Può essere interno o esterno, con il secondo che è preferibile in quanto non riduce la superficie calpestabile, ma non è sempre possibile poiché può essere impedito da vincoli paesaggistici e architettonici, oppure dai regolamenti condominiali.

Per appronfondire sulle funzionalità del cappotto termico, leggi anche questa notizia

 

I vantaggi assicurati dal cappotto termico, sono i seguenti:

 

– si realizza l’isolamento termico, sia dal freddo che dal caldo;
– si aumenta la traspirabilità dell’immobile, permettendo un più facile deflusso dell’umidità in eccesso;
– si realizza l’isolamento acustico dell’abitazione, soprattutto in riferimento ai rumori aerei;
– si concretizza una maggiore stabilità dimensionale, aumentando la durata dell’immobile nel tempo, riducendo il rischio di fessure;
– si realizza una maggiore protezione dal fuoco in quanto il cappotto termico non lo alimenta e non propaga le fiamme.

 

costo cappotto termico

 

 

 

Quanto costa il cappotto termico

 

Il costo di un cappotto termico, interno o esterno, si aggira nell’ordine di svariate migliaia di euro e dipende naturalmente dall’entità dei lavori, oltre che dal materiale isolante utilizzato.

 

Ad esempio, in una villetta unifamiliare di 200 metri quadri, usando i pannelli in EPS bianco si arriva intorno ai 12mila euro che possono diventare 13.400 nel caso si ricorra alla lana di vetro o 14.600 ove invece si opti per la lana di roccia.

 

Come una spesa può diventare investimento

 

Le cifre ricordate, che sono effettivamente alte, assumono però un’altra forma ove si abbia la possibilità di ricorrere alle detrazioni fiscali, attestate al 65% anche per il 2016 e ormai in fase di conferma per il prossimo anno.

 

Chi compila la dichiarazione dei redditi, può infatti veder calare a 4.200 gli euro necessari per il cappotto fiscale nel caso utilizzi l’EPS bianco, a 4.700 ove opti per la lana di vetro e a 5.100 nel caso della lana di roccia, in quanto il resto gli sarà restituito dallo Stato in dieci rate annuali di eguale importo che saranno scalate dall’IRPEF dovuta.

 
A questa opportunità, si va poi ad aggiungere il discorso relativo all’aumento di valore dell’immobile che si realizza grazie al cappotto termico, grazie al conseguimento di una migliore classe di efficienza energetica, un parametro ormai obbligatorio nelle compravendite immobiliari. Inoltre l’eliminazione dei ponti termici aiuta ad alleggerire le bollette energetiche, anche in maniera sensibile, mantenendo più a lungo il comfort creato all’interno dell’immobile.

 
Proprio il combinato disposto tra detrazioni fiscali, miglioramento della classe energetica e abbattimento dei costi in bolletta fanno capire perché un intervento di ristrutturazione di questo genere sia ormai considerato alla stregua di un investimento, più che come una spesa.

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

la domotica e l'efficenza energetica

La domotica può aiutare a limitare i consumi

Come è ormai noto, in Italia l’energia costa più che nel resto del continent...

il fotovoltaico diventa sociale a porto torres con il reddito energetico

Il fotovoltaico diventa sociale a Porto Torres, con il reddito energetico

Il fotovoltaico in Italia si trova in un momento abbastanza particolare, dopo il...

efficenza energetica

I target per il risparmio energetico non sono vincolanti per il Consiglio Europeo

L’efficienza energetica è un concetto centrale nella lotta all’inquinamento...

detrazioni per ristrutturazioni edilizie fai da te

Le detrazioni valgono anche per i lavori edilizi fai da te

Come è ormai noto, le detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie e la detrazion...

geometri

Il 22% dei geometri non stipula la polizza RC Professionale

Dal 13 agosto 2013, i geometri che operano sul territorio peninsulare hanno l’...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI


News recenti