Perché effettuare un cappotto termico

Il cappotto termico della propria casa è estremamente importante per accrescerne il comfort abitativo e porre le premesse non solo per consumare meno energia, con relativo sollievo della bolletta, ma anche per ottimizzarne l’utilizzo.
Ridurre le dispersioni dell’involucro edilizio è una scelta vincente, che dovrebbe essere oggetto di grande attenzione, anche perché ogni euro speso in tal senso costituisce un vero e proprio investimento.

 

Una volta che l’abitazione sarà riuscita a conseguire una classe energetica migliore, infatti, il suo valore si alzerà in corrispondenza.

Un dato che spiega il perché cercare di aumentare l’isolamento termico sia in definitiva un affare, soprattutto alla luce del fatto che gli interventi in questione sono premiati dalla legislazione fiscale in uso nel nostro Paese.

 

Chi infatti mette in opera interventi di ristrutturazione edilizia che abbiano come obiettivo la riqualificazione energetica dell’edifico interessato, ha diritto anche in questo 2016 a detrazioni fiscali nell’ordine del 65%.

 

A tal proposito occorre ricordare che sarebbe il caso di affrettarsi, ove si abbia intenzione di provvedere in tal senso, in quanto dal 2017, a meno di interventi ad hoc, le detrazioni fiscali saranno riportate al 36%.

 

Cos’è il cappotto termico

 

Cos’è il cappotto termico?

Con questo termine vengono in sostanza indicati gli interventi necessari al fine di isolare l’interno dell’abitazione dall’esterno, evitando in tal modo che il calore prodotto dentro la casa venga disperso.

 

Per arrivare allo scopo vengono così applicati sull’intera superficie dell’edificio dei pannelli isolanti di vario materiale, i quali saranno poi coperti da un collante e da uno strato protettivo e di finitura realizzato tramite l’utilizzo di particolari intonaci.
Il cappotto può a sua volta essere interno o esterno, a seconda della parte dell’immobile cui viene ad essere applicato.

Quello interno può essere reso necessario dal fatto che i regolamenti condominiali o i vincoli architettonici lo vietino all’esterno, ma ha una contropartita ben precisa in termini di riduzione dell’area calpestabile dell’abitazione interessata.

 

Perché andrebbe adottato il cappotto termico

 

 

cappotto-termico-interno-1024x765

I motivi che possono consigliare l’adozione del cappotto termico sono proprio relativi alla possibilità di aumentare a dismisura il comfort abitativo che viene ad essere compromesso ad esempio dai famigerati ponti termici, ovvero tutte quelle vie che consentono all’umidità di esercitare la sua deleteria azione.
I vantaggi assicurati dal cappotto termico sono in particolare:
1) la possibilità di sfruttare al meglio l’inerzia termica dell’edificio e valorizzarlo al massimo;
2) proteggere le strutture dagli sbalzi termici;
3) diminuire i consumi di combustibile necessario per gli impianti di condizionamento dell’aria;
4) limitare la possibile formazione di condense e muffe.

 

Quali materiali utilizzare

 

Per ottenere un cappotto termico, interno e esterno, occorre quindi individuare i materiali giusti.

In tal senso va sottolineato come i materiali fibrosi, come la lana di vetro, proprio per le caratteristiche intrinseche che li distinguono siano pessimi conduttori e, di conseguenza, buoni isolanti.
Il miglior isolante in assoluto, però, è senza alcun dubbio il vuoto, nel quale il passaggio di calore può avvenire solo per irraggiamento.

Proprio per questo motivo oltre al cappotto termico andrebbero adottati i doppi vetri alle finestre, i quali sfruttano al meglio questa peculiarità.

Compilando il form presente sul nostro sito, potrete ottenere preventivi gratuiti prodotti dalle migliori aziende operanti nella Vostra zona di interesse.

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

detrazioni per ristrutturazioni edilizie fai da te

Le detrazioni valgono anche per i lavori edilizi fai da te

Come è ormai noto, le detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie e la detrazion...

geometri

Il 22% dei geometri non stipula la polizza RC Professionale

Dal 13 agosto 2013, i geometri che operano sul territorio peninsulare hanno l’...

nuovi voucher

I nuovi voucher non valgono per l’edilizia

Anche i nuovi voucher, dopo quelli vecchi, sembrano destinati a provocare grandi...

consumo del suolo

La Lombardia si attiva contro l’eccessivo consumo di suolo

L’eccessivo consumo del suolo è un problema di vecchia data per il nostro Pae...

cessione del credito per incapienti

Ecobonus, il via libera alla cessione del credito per gli incapienti non riguarda il Sisma Bonus

Gli incapienti, da sempre, rappresentano in Italia una categoria svantaggiata, a...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI


News recenti