Rampe per disabili, cosa sono e a cosa servono

Il problema delle barriere architettoniche continua ad essere molto avvertito in Italia.

 

Nonostante i Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) siano previsti sin dal 1992, la maggior parte dei Comuni non ha mai provveduto ad adeguarsi alla normativa risultando di conseguenza inaccessibile ai disabili, sia motori che sensoriali.

 
Se l’attuale normativa in materia di barriere architettoniche è ormai in vigore dal 1989, è ancora molto frequente l’insorgere di problemi di accesso  o godimento degli spazi all’interno di edifici, pubblici e privati, in cui ingressi, porte, pavimenti, servizi igienici, ascensori e molto altro, per un motivo o per l’altro, non possono essere fruiti da chi presenti un handicap motorio o fisico.

 

Una condizione, la disabilità, che può peraltro essere temporanea, se si pensa a chi abbia un arto ingessato o sia in stato gravidanza.
Una delle possibili risposte in tal senso sono le rampe per disabili.

 

Andiamo quindi a vedere di cosa si tratti.

 

rampe per disabili in alluminio

 

Le rampe per disabili, un ottimo ausilio per chi abbia problemi motori

 

Le rampe per disabili, da molti chiamate scivoli, sono strutture ideate proprio con il fine di consentire, e quindi facilitare, il movimento di tutte quelle persone diversamente abili costrette a muoversi con l’ausilio di una carrozzina.

 

Generalmente vengono posizionate nei pressi di scalini o altre barriere architettoniche tali da rivelarsi alla stregua di un ostacolo insormontabile. Sono quindi una cosa  diversa dai montascale, ovvero i dispositivi che consentono alle persone con difficoltà motorie di salire le scale rimanendo comodamente sedute su una poltroncina azionata meccanicamente, per mezzo di appositi comandi.

 
Le rampe per disabili se possono essere usate in abitazioni private sono invece obbligatorie negli edifici pubblici.

 

Un obbligo di legge che purtroppo nel nostro paese viene troppo spesso ignorato, generando comprensibili polemiche ad opera delle associazioni che si curano della difesa dei cittadini limitati nei loro movimenti.

 

Ne consegue che le rampe per disabili non sono dispositivi tecnologici, ma semplici impianti grazie ai quali la carrozzina si mette in grado di superare dislivelli altrimenti problematici.

 

rampe per disabili

I requisiti principali delle rampe per disabili: la pendenza massima

 

Le rampe per disabili devono in particolare rispondere ad un criterio molto importante, quello della pendenza massima, dal quale dipende per la gran parte non solo la funzionalità, ma anche la qualità del dispositivo, la quale viene fissata per legge.

 

Si tratta di un criterio precauzionale che trae la sua origine dalla constatazione relativa allo sforzo che altrimenti sarebbe costretto a fare il disabile nella fase di salita, al fine di poter superare l’ostacolo, e dal pericolo cui verrebbe esposto nel caso di una fase di discesa troppo ripida.

 

Ne consegue che le rampe per disabili più funzionali sono quelle caratterizzate da una pendenza minore, grazie alla quale esse diventano più efficaci e rendono più agevole il loro utilizzo.

 
Chi intenda adottare rampe per disabili, può rivolgersi alle aziende che le commercializzano, che sono solite proporre un ampio campionario di prodotti come quelle modulari, le telescopiche in alluminio, le portatili come il passa cordolo, le pieghevoli in vetroresina e molto altro.

 

Ti potrebbe interessare leggere anche:

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

i dati di irena sulle rinnovabili

Negli ultimi quattro anni quasi raddoppiati i posti di lavoro nelle rinnovabili

Il 2016 è stato un ottimo anno per le energie rinnovabili, che confermano il lo...

fabbri a Roma

Se cercate fabbri esperti…

Quando si ha bisogno di contattare dei fabbri per qualsiasi ragione, la maggior ...

piano energivori

La Commissione Europea approva il Piano Energivori del governo italiano

Il Piano Energivori elaborato dal governo italiano con il preciso fine di conced...

smaltimento amianto

Quanto costa smaltire l’Eternit?

Il problema dell'amianto e dei suoi elevatissimi costi sociali, oltre che in ter...

bonus fiscale videosorveglianza 2017

Tutto sul bonus Videosorveglianza 2017

Con la recente Legge di Bilancio approvata dal Parlamento, il bonus videosorvegl...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI


News recenti