Quando effettuare la convocazione per assemblea condominiale

L’ assemblea condominiale è un organo che si occupa della gestione dei bene e dei servizi condominiali ed è regolato dagli articoli 1135, 1136 e 1137 del codice civile.

 

Con l’assemblea condominiale si possono approvare tutte le deliberazioni derivanti dalle decisioni prese dai presenti e che sono valide anche per coloro che sono assenti o dissenzienti.

 

All’assemblea possono prendere parte tutti i condomini o, in assenza di essi, i delegati con delega debitamente compilata e firmata; gli usufruttuari; gli inquilini delle abitazioni; l’amministratore di condominio; se vi sono lavori all’edificio anche i tecnici possono prendere parte all’assemblea.

 

Vediamo come si effettua la convocazione per assemblea condominiale.

assemblea condominiale

Convocazione dell’assemblea di condominio

 

La convocazione per assemblea condominiale ordinaria viene convocata annualmente per consentire ai condomini di prendere decisioni relative alla retribuzione dell’amministratore.

 

All’approvazione del preventivo di spesa annuale; all’approvazione del prospetto informativo annuale dell’amministratore; al fondo speciale per opere di manutenzione straordinaria; ad autorizzare l’amministratore a partecipare ad iniziative territoriali volte al risanamento e alla sicurezza del quartiere in cui sorge il condominio.

 

La convocazione per assemblea condominiale straordinaria può essere dall’amministratore, se è il caso, oppure da almeno 2 condomini (1/6 del valore dell’edificio), che possono convocare l’assemblea se dopo 10 giorni dalla richiesta questa è risultata vana.

riunione di assemblea condominiale

Validità della convocazione

 

Per avere validità, la richiesta della convocazione per assemblea condominiale deve avvenire almeno 5 giorni prima della data di prima convocazione dell’assemblea e può essere recapitata a tutti i condomini per raccomandata, fax, posta elettronica certificata (PEC) o a mano.

 

La richiesta di convocazione per assemblea condominiale deve contenere i nomi di coloro che hanno convocato l’assemblea; chi è il ricevente della richiesta; ora, data e luogo dell’assemblea, sia in prima convocazione sia in seconda convocazione e le questioni di cui discutere.

 

Costituzione e deliberazioni dell’assemblea condominiale. L’assemblea in prima convocazione è regolarmente costituita se vi prendono parte tanti condomini che rappresentino i due terzi del valore dell’intero edificio e la maggioranza dei partecipanti al condominio.

 

L’assemblea in seconda convocazione, che si tiene dopo 10 giorni dalla prima, necessita dell’intervento di condomini che rappresentano 1/3 del valore dell’edificio e 1/3 dei partecipanti al condominio.

 

Per ulteriori aggiornamenti sulla convocazione per assemblea condominiale ci si può rivolgere ad esperti consulenti che vi daranno maggiori dettagli sulla questione.

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

tecnologia digitale

In Italia c’è un robot ogni 62 lavoratori

Un robot ogni 62 dipendenti: questo è il dato reso noto da un report di The Eur...

automazione sui posti di lavoro

Automazione: problema o opportunità?

La sempre più pronunciata automazione sui posti di lavoro è vista con notevoli...

facebook lancia messenger 2.1

Messenger 2.1, la nuova versione sfrutta l’automazione

Se ad aprile Facebook aveva rilasciato la versione 2.0 di Messenger, ora arriva ...

automazione e il futuro del lavoro

L’automazione comporta dei problemi: l’allarme arriva da Bankitalia

La crisi economica ha avuto conseguenze molto pesanti per il nostro Paese, mette...

amministrazione condominiale

Condominio: la giustizia fai da te è reato

Il diritto condominiale è una branca abbastanza delicata della giurisprudenza, ...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI


News recenti