Detrazioni fiscali 2019 per la ristrutturazione: tutto ciò che c’è da sapere

Anche per il 2019 sono confermati gli sconti fiscali per la casa, da quanto emerge dai contenuti del disegno di legge

Inserito all’interno della Legge di Bilancio 2019, il bonus ristrutturazioni 2019 comprende una serie di agevolazioni fiscali per interventi di recupero del patrimonio edilizio.

Introdotto per la prima volta nel giugno del 2019, il bonus ristrutturazioni è stato prorogato di anno in anno e ora è valido fino al 31 dicembre 2019.

Rispetto allo scorso anno non ci sono grandissime novità normative, l’unica differenza sostanziale è relativa all’obbligo di trasmettere all’ENEA la documentazione relativa agli interventi effettuati.

Se ci si dovesse dimenticare di questo passaggio, non si potrebbe usufruire dei vantaggi garantiti dagli sgravi fiscali.

Detrazioni fiscali 2019

Bonus ristrutturazioni 2019: come funziona

 

Come specificato nella guida “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali” aggiornata dall’Agenzia delle Entrate lo scorso maggio 2019, il bonus permette di detrarre dalla dichiarazione dei redditi (IRPEF) parte delle spese sostenute per la riqualificazione di abitazioni private o parti condominiali.

Gli interessati possono detrarre il 50% delle spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2019, con un limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Per spese sostenute dal 1 gennaio 2020 in poi, la detrazione si riduce al 36%. La detrazione ottenuta dovrà essere divisa in 10 rate di pari importo, e divise nelle dichiarazioni 730 dei successivi 10 anni.

Fanno parte delle spese ammissibili anche i costi sostenuti per la progettazione e altre prestazioni professionali, spese per acquisto materiali, spese per sopralluoghi e perizie, l’imposta sul valore aggiunto,

l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le comunicazioni di inizio lavori, gli oneri di urbanizzazione.

Per ottenere le agevolazioni fiscali del bonus ristrutturazioni 2019 sarà sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati identificativi dell’immobile, gli estremi dell’atto che certifica il possesso o godimento dei diritti dell’immobile e tutte le altre informazioni necessarie per il controllo della detrazione.

I requisiti per il bonus ristrutturazioni 2019

 

Per poter usufruire degli sgravi fiscali del bonus ristrutturazioni è necessario che i lavori abbiano inizio entro il 31 dicembre 2019, e che i pagamenti siano effettuati entro la fine dell’anno.

In caso di interventi di riqualificazione energetica degli edifici è necessario inviare la documentazione degli interventi all’ENEA. la comunicazione dovrà avvenire per via telematica entro 90 giorni dal termine dei lavori.

Affinché venga concesso il bonus è necessario che il pagamento fatto nei confronti della ditta sia “parlante”.

L’unica modalità di pagamento ammessa è quindi il bonifico bancario o postale, nel quale devono essere indicati il codice fiscale di chi usufruirà della detrazione e codice fiscale o partita IVA di chi ha eseguito i lavori.

Nella causale del pagamento, invece, dovrà essere inserita la dicitura “Bonifico relativo ai lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986”.

Chi può richiedere il bonus ristrutturazioni 2019

 

Le detrazioni possono essere richieste da tutti i contribuenti soggetti all’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF), anche non residenti in Italia.

La domanda può essere avanzata non solo dal proprietario dell’immobile, ma anche dai titolari dei diritti reali di godimento sull’immobile.

Tutto sulle detrazioni CLICCA QUI

Articoli Correlati

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Ricerca contenuti

Altri articoli che potrebbero interessarti

vetro negli arredi

Il vetro negli arredi interni ed esterni

TANTI MODI, SOLUZIONI E SPUNTI PER UTILIZZARE AL MEGLIO IL VETRO NEGLI ARREDI. ...

dividere un appartamento in due

Come dividere un appartamento in due unità

Come e perché dividere un appartamento in due unità immobiliari. Si definis...

bonifico parlante per ristrutturazioni

Come compilare un bonifico parlante per ristrutturazioni

Come si compila il bonifico parlante per i lavori di ristrutturazione e per l’...

piastrelle in gres

Piastrelle in gres: I motivi per cui scegliere il gres porcellanato

Nella scelta del proprio pavimento bisogna sempre tener conto di diversi aspetti...

cambiare il pavimento

Cambiare il Pavimento per ambienti accoglienti

Il pavimento è un elemento molto importante del proprio ambiente casalingo, e d...