Come risparmiare in casa aumentando il confort abitativo

Il risparmio energetico è un tema sempre più importante, anche nel nostro Paese. Importante perché l’Italia paga un conto salato ogni anno per poter importare il surplus di energia di cui ha bisogno e perché limitando i consumi e tenendoli sotto controllo sarebbe anche possibile agire per questa via sulle emissioni nocive, riducendole in maniera notevole.
Per perseguirlo si può cercare di puntare sull’efficienza energetica senza però sacrificare il necessario confort abitativo. La diminuzione delle spese, in particolare, passa attraverso una serie di accorgimenti rispettando i quali si può infine rendere anche la bolletta più sostenibile per le nostre finanze.

MCE e Politecnico di Milano

La guida di MCE e Politecnico di Milano

Per tirare il punto su un tema così importante in Italia ora arriva anche una guida, ad opera di MCE (Mostra Convegno Expocomfort) e Politecnico di Milano, dal titolo “Guida pratica per migliorare il comfort e risparmiare”. Il titolo è abbastanza esplicativo e riesce immediatamente a dare conto dell’ambizioso obiettivo che si prefiggono i realizzatori. Si tratta in effetti delle linee guida che sono state approntate con il preciso scopo di migliorare le prestazioni in ambito domestico, con una serie di temi i quali non riguardano solamente il lato tecnologico ma vanno anche a tirare il punto sugli incentivi approntati all’uopo e le leggi che vanno a regolare il comparto.

detrazioni per il risparmio energetico

Il primo passo fondamentale: capire la situazione dell’immobile

La guida in questione non tralascia il confort abitativo e, anzi, punta in primo luogo sulla massima comprensione della situazione di partenza dello spazio domestico per cercare di capire come aumentarne la resa in termini di benessere, senza peraltro andare a gravare sul lato consumi, ma anzi riducendoli.
Proprio l’efficienza energetica è la chiave da sfruttare per realizzare un ottimo risultato in tal senso. Basti pensare che da analisi effettuate di recente, addirittura il 35% dell’energia consumata nelle nostre abitazioni è il prodotto di veri e propri sprechi.

risparmio energetico

I passi successivi

Una volta che sia stato effettuato il primo step, la stessa guida indica i passi successivi, in questo ordine:

1) si deve fare in modo da programmare gli interventi necessari;
2) dare luogo agli interventi migliorativi;
3) individuare gli incentivi che possano alleviare il livello di spesa;
4) dare vita ad una di interventi per la manutenzione degli impianti;
5) mettere sotto stretto controllo i consumi.
In tal modo sarà possibile cogliere i classici due piccioni con una fava: migliorare il livello di benessere abitativo e consumare di meno.

Rivolgersi a professionisti è un passo fondamentale

Il dato che abbiamo ricordato fa comprendere immediatamente come sia del tutto fondamentale sottoporre ad un attento monitoraggio la nostra abitazione, per cercare di riportare sotto controllo i consumi di energia. Il miglior approccio possibile in tal senso sarebbe quello di affidare il compito di fare una diagnosi energetica della propria casa ad una azienda specializzata. Esistono infatti società che sono in grado di analizzare nel dettaglio le bollette energetiche e altri aspetti legati ai consumi, traendone le indicazioni per ottimizzare gli stessi.

Condividi la notizia!


Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Costruire Casa – Il progetto e le Fasi da seguire

Quando si decide di costruire casa, un posto fondamentale nel percorso intrapres...

Mutuo prima casa

Mutuo Prima Casa: Tipologie e Agevolazioni

Per mutuo prima casa si intende un prestito per chi non è proprietario di nessu...

cambio destinazione d'uso

Cambio destinazione d’uso: Quando richiederlo

Per cambio destinazione d’uso di un immobile si intende l’avvicendamento del...

sanatoria-permessi-di-costruzione-1024x416

Permessi di costruzione in sanatoria. Cosa fare?

I Permessi di costruzione in sanatoria è disciplinato dal Testo Unico dell'Edi...

case prefabbricate

Case Prefabbricate in muratura: Dai materiali ai prezzi

Vivere in un prefabbricato non fa per tutti. E’ una dimensione parallela all...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI