Ora i ladri d’appartamento potrebbero usare anche gli smart toys

Gli smart toys sono bambole o robot connessi alla rete, ultimamente in gran voga soprattutto presso giovani (e meno) che non intendono rinunciare alla novità tecnologiche.

Alcuni di loro sono capaci di rispondere ai comandi vocali, di ballare, cantare o fare altre operazioni comandati a mano o per mezzo di un tablet.

Molto spesso hanno un valore educativo, per il quale sono stati varati.
Il problema è che nell’acquistarli, chi se ne dota non pensa ai possibili rischi connessi ad una simile operazione.

A spiegarli è stata di recente un’analisi di Yarix, società di Montebelluna (nell’hinterland di Treviso) specializzata in sicurezza informatica e inserita nel novero delle aziende di interesse strategico nazionale dal nostro ministero dell’Interno , secondo la quale proprio gli smart toys potrebbero rivelarsi il cavallo di Troia per gli attacchi degli hacker.

smart toys

Il pericolo è sempre più vistoso

 

Secondo Yarix i criminali informatici sono in grado di carpire le password di un lungo elenco di dispositivi come le stampanti, le smart TV, i termostati, le webcam e addirittura di semafori e centrali elettriche, in modo da poter avere facile accesso alle reti hardware e software dii pubblici uffici, fabbriche e molte altre infrastrutture potenzialmente sensibili.

Con pericoli facilmente immaginabili, in un momento in cui il terrorismo continua a rivelarsi estremamente aggressivo.

Le aziende sanno però benissimo come i pericoli siano tanti e sempre presenti, tanto da essersi attivate in tempo per cercare di contrastare eventuali attacchi in tal senso, dotandosi di contromisure spesso adeguate a frapporre un ostacolo in grado di respingerli.

smart toys cellurari

Il problema potrebbe presto riguardare le famiglie

 

Se le aziende sembrano essersi mosse per tempo, il problema potrebbe invece ingigantirsi nel prossimo futuro per le famiglie.

Ove spesso non si sa come molti dei dispositivi legati allo IoT (Internet of Things), la tecnologia che sta prendendo sempre più piede nelle nostre case, sono possibili strumenti a disposizione dei malintenzionati.

Molti di questi oggetti connessi tra di loro, tra cui i giocattoli, hanno microfoni o telecamere e possono quindi spiare quello che avviene all’interno di un’abitazione.

Considerato che i ladri d’appartamento sono sempre più tecnologizzati, in un futuro non molto lontano potrebbe accadere che essi utilizzino appunto gli smart toys per spiare le famiglie e venire a conoscenza dei codici coi quali è possibile manovrare gli impianti di allarme all’interno delle nostre case.

Uno scenario da incubo il quale per ora sembra abbastanza futuribile, ma che secondo gli analisti di Yarix dovrebbe cominciare ad essere preso in considerazione. Insomma, il consiglio che viene fornito è quello di valutare per bene l’opportunità di riempire la casa con oggetti tecnologici e magari rinunciarci a meno che non sia strettamente necessario.

Se l’Iot è una necessità, soprattutto in quelle abitazioni che vedono la presenza di persone non autosufficienti, molto meno lo sono gli smart toys, che sono in fondo niente più che graziosi giocattoli.

Chi intende continuare a gingillarsi con essi, dovrebbe perlomeno essere messo al corrente dei possibili pericoli connessi al loro utilizzo, in modo da evitare sgradite sorprese.

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Piani Individuali di Risparmio

Arrivano i Piani Individuali di Risparmio

Per chi è alla ricerca di alternative verso le quali indirizzare il proprio ris...

smart living

Con Smart Living la casa intelligente si controlla anche a distanza

La casa intelligente è una realtà sempre più evidente. Le ricerche condotte n...

Indici Sintetici di Affidabilità (ISA)

Addio agli studi di settore

Gli studi di settore sono sempre stati invisi ai nostri connazionali, siano essi...

fabbri a Roma

Se cercate fabbri esperti…

Quando si ha bisogno di contattare dei fabbri per qualsiasi ragione, la maggior ...

piano energivori

La Commissione Europea approva il Piano Energivori del governo italiano

Il Piano Energivori elaborato dal governo italiano con il preciso fine di conced...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI


News recenti