In Francia il primo tratto di strada fotovoltaico

Dopo le case, ora il fotovoltaico sbarca anche sulle strade. Antesignana in tal senso è la Francia, ove il ministro dell’ambiente Ségolène Royal ha inaugurato alla fine dell’anno appena trascorso il primo tratto stradale europeo a pannelli solari, quello che si trova a Tourouvre-au-Perche, un paesino della Normandia ove abitano 3.400 persone.

 
Per ora si tratta soltanto di un esperimento, considerato che il tratto stradale, ricoperto da 2.880 pannelli solari rivestiti da resine ad alta resistenza delegati a sopportare la mole dei mezzi pesanti, è limitato ad un chilometro e ad una sola corsia.

 

Un esperimento il quale ha però comportato un investimento abbastanza cospicuo, se si pensa che la cifra necessaria ammonta ad oltre cinque milioni di euro.

 

A consentirne la realizzazione sono stati l’impresa Colas (gruppo Bouygues) e l’Istituto nazionale per l’energia solare, in concorso con l’università della Savoia.

 

fotovoltaico su strada in francia

Un test che potrebbe aprire un nuovo fronte

 

Secondo i tecnici francesi chiamati a lavorare sul progetto, il tratto stradale in questione dovrebbe essere percorso da circa duemila veicoli al giorno, generando in tal modo un flusso di energia prodotta in un anno che dovrebbe andare a superare i 280 megawattora.

 

Una quantità di energia che potrebbe quindi bastare per alimentare i pali della luce e la pubblica illuminazione in generale, a Tourouvre-au-Perche.

 
Al termine dei due anni previsti per espletare l’esperimento, in caso di risultati all’altezza delle aspettative, potrebbe partire una seconda fase, tesa a ricoprire altre superfici stradali e autostradali francesi, arrivando ad un totale di mille chilometri.

 

Un test quindi di larga portata, che potrebbe portare il Paese a noi confinante in una nuova era in cui le fonti di energia rinnovabili potrebbero avere una incidenza sempre più larga sul sistema di approvvigionamento.

 

fotovoltaico in strada

L’idea non è del tutto nuova

 

Va comunque messo in rilievo come l’idea di sfruttare la sede stradale per produrre energia solare non sia del tutto nuova.

 

I primi a pensarci sono stati due cittadini dell’Idaho, negli Stati Uniti, Scott e Julia Brusaw, i quali avevano creato all’uopo la società Solar Roadways, una decina di anni fa. In seguito sono stati realizzati progetti analoghi, ma quello approntato in Normandia rappresenta la sperimentazione più vasta mai realizzata al mondo.

 
Il problema maggiore è rappresentato ad oggi proprio dai costi: il piano annunciato dal governo, che porterebbe alla realizzazione di mille chilometri di strade solari lungo il territorio nazionale, comporterebbe un esborso intorno ai cinque miliardi di euro.

 

Costi dunque decisamente maggiori di quelli comportati dai pannelli fotovoltaici tradizionali installati sui tetti delle case o sul suolo.

 

Al riguardo va però sottolineato come gli stessi promotori dell’iniziativa abbiano affermato di poter sensibilmente abbassare i costi nei prossimi anni, avvicinandosi ai prezzi del fotovoltaico tradizionale, rendendo così possibili piani su larga scala.

 

Ove ciò accadesse, il fotovoltaico sulle strade potrebbe diventare una alternativa in grado di fornire energia solare non solo in Francia, ma anche in altri Paesi, come del resto previsto dal varo di progetti analoghi in altre parti del continente.

 

Per approfondimenti potresti leggere anche:

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

i dati di irena sulle rinnovabili

Negli ultimi quattro anni quasi raddoppiati i posti di lavoro nelle rinnovabili

Il 2016 è stato un ottimo anno per le energie rinnovabili, che confermano il lo...

smart living

Con Smart Living la casa intelligente si controlla anche a distanza

La casa intelligente è una realtà sempre più evidente. Le ricerche condotte n...

piano energivori

La Commissione Europea approva il Piano Energivori del governo italiano

Il Piano Energivori elaborato dal governo italiano con il preciso fine di conced...

accumulo fotovoltaico

Anche la Mercedes entra nel mercato dell’accumulo fotovoltaico

Il mercato dell’accumulo fotovoltaico è considerato uno dei più promettenti ...

smaltimento amianto

Quanto costa smaltire l’Eternit?

Il problema dell'amianto e dei suoi elevatissimi costi sociali, oltre che in ter...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI


News recenti