Fotovoltaico gratis: di cosa si tratta?

Il fotovoltaico rappresenta un investimento e come tale presuppone una esposizione iniziale da parte di chi decida di aderire alla green economy.

 

Con lo spirare del Conto Energia, giunto alla quinta edizione, però, l’investimento iniziale è diventato molto più alto, in quanto l’ammortizzazione dei costi di impianto è ora affidato alle detrazioni fiscali, oltre che a una serie di variabili come i rendimenti dei pannelli o la presenza di sistemi di accumulo in grado di rendere ancora più conveniente l’autoconsumo dell’energia prodotta.

 

 

Proprio per ovviare a questa parziale strozzatura, sempre più nostri connazionali fanno quindi ricorso ad una particolare formula che è stata, erroneamente, indicata come fotovoltaico gratis: di cosa si tratta precisamente?

 

fotovoltaico gratis

Il comodato d’uso a costo zero

 

Il nome della formula ideata per andare incontro a chi non disponga delle cifre necessarie per dotarsi dei pannelli solari in casa è in realtà comodato d’uso a costo zero.

 

In pratica, si tratta  di una formula di affitto grazie alla quale un impianto fotovoltaico entra a far parte del sistema di produzione dell’energia all’interno dell’abitazione senza obbligare a costi di acquisto dei pannelli fotovoltaici o a quelli legati all’installazione.

 

Grazie ad essa il tetto può iniziare a fungere da superficie in affitto per una certa quantità di pannelli fotovoltaici senza costringere l’utente ad accollarsi gli oneri relativi alla gestione, alla manutenzione e alla fase di installazione, producendo al contempo energia elettrica e vendendola al gestore elettrico, oppure immagazzinandola per l’autoconsumo grazie alla batteria.

 

fotovoltaico green economy

Chi può accedere alla formula e chi la pratica

 

Chi può accedere al comodato d’uso a costo zero?

L’offerta è destinata non soltanto a unità abitative residenziali, ma anche a strutture industriali e aziende, che per tale via si ritagliano la possibilità di diventare veri e propri produttori di energia elettrica, risparmiando in tal modo sui costi dei consumi energetici e quindi sulle bollette.

 

 

La stipula del contratto e la sua attivazione non prevede alcun costo preventivo, né in relazione alla gestione delle pratiche amministrative, né per l’installazione, in quanto abitualmente è l’azienda che propone il contratto a occuparsene, con la parziale eccezione per le aziende e le strutture industriali, caso nel quale è previsto un contributo per le spese iniziali.

 

Una volta siglato l’accordo, i pannelli fotovoltaici vengono installati gratuitamente sul tetto dell’immobile e non sono previsti contributi per l’attivazione e la stipula del contratto di produzione di energia.

 

 

Il mercato italiano vede la presenza di società e gruppi specializzati nel settore del fotovoltaico pronti a fornire l’impianto fotovoltaico in comodato d’uso gratuito per un periodo di tempo che può andare tra i 20 e i 25 anni, al termine del quale i pannelli diventano di esclusiva proprietà del privato.

 

Considerato che la vita media dei pannelli va ormai ben oltre questo termine, la formula studiata si rivela ancora più interessante.

 

Va peraltro sottolineato come l’utilizzo del comodato d’uso a costo zero possa accludere un ulteriore vantaggio, in quanto può far aumentare la classe energetica dell’abitazione e quindi il suo valore di mercato.

 

Un ulteriore dato da prendere in considerazione nella valutazione di una formula che potrebbe dare ulteriore impulso allo sviluppo del fotovoltaico tricolore.

 

Per approfondimenti sul fotovoltaico, potresti leggere anche:

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Altri articoli che potrebbero interessarti

i dati di irena sulle rinnovabili

Negli ultimi quattro anni quasi raddoppiati i posti di lavoro nelle rinnovabili

Il 2016 è stato un ottimo anno per le energie rinnovabili, che confermano il lo...

smart living

Con Smart Living la casa intelligente si controlla anche a distanza

La casa intelligente è una realtà sempre più evidente. Le ricerche condotte n...

piano energivori

La Commissione Europea approva il Piano Energivori del governo italiano

Il Piano Energivori elaborato dal governo italiano con il preciso fine di conced...

accumulo fotovoltaico

Anche la Mercedes entra nel mercato dell’accumulo fotovoltaico

Il mercato dell’accumulo fotovoltaico è considerato uno dei più promettenti ...

smaltimento amianto

Quanto costa smaltire l’Eternit?

Il problema dell'amianto e dei suoi elevatissimi costi sociali, oltre che in ter...



ULTIMI PREVENTIVI ONLINE GRATUITI


News recenti