Rifacimento Bagno: Costi e Fasi della Ristrutturazione

Rifacimento bagni: tutto quello che dovete sapere sugli interventi necessari per riportare a nuovo un bagno, le varie fasi di ristrutturazione e i costi da sostenere per terminare l’operazione con successo. Se siete alla ricerca di consigli utili e pratici in grado di farvi risparmiare pur garantendovi un ottimo risultato allora, su Ristrutturare-casa.org, troverete quello di cui avete bisogno.

Rifacimento bagno: gli interventi necessari

 

Gli interventi necessari per il rifacimento bagno non possono essere sempre uguali per tutti, al contrario, spesso variano da famiglie a famiglie cui esigenze pratiche, disponibilità economiche e bisogni personali non sono mai gli stessi. Tenendo conto di queste ultime varianti, infatti, ognuno trarrà alla fine le proprie conclusioni, prediligendo determinate operazioni piuttosto che altre. Certo è che, ovviamente, molto dipende dallo stato attuale del bagno da ristrutturare.

Un bagno grezzo richiederà interventi diversi rispetto ad uno che necessità solo di qualche operazione di miglioria. Nel primo caso, infatti, solitamente chi interverrà dovrà prima di tutto procedere con l’installazione degli impianti (elettrici e idrici), scegliere e montare i sanitari e, in fine, concludere con l’arredamento dell’ambiente.

Se invece volete semplicemente dare una rimodernata al bagno o migliorarne alcuni aspetti (e perciò non avete urgenze pratiche a cui far fronte) allora è chiaro che sia la mole di lavoro che l’investimento iniziale saranno minori, e questo perché di fatto questo genere di operazioni sono meno complesse rispetto agli interventi strutturali.

costo Rifacimento bagno

Rifacimento bagno: le fasi di una ristrutturazione

 

Una volta individuati gli interventi necessari per portare a termine i lavori di ristrutturazione bagno quello che bisogna fare, ovviamente, è organizzare le varie attività cercando di seguire il più possibile uno schema ben preciso. Prima di tutto, qualora fosse necessario, bisogna partire dalle basi, ovvero iniziare i lavori che comportano interventi strutturali o alle fondamenta. L’installazione e il collaudo degli impianti, dunque, è una delle prime cose che bisogna fare in questi casi.

Una volta portate a termine queste operazioni si potrà allora procedere con i vari interventi di miglioria, ovvero quelli volti a rendere l’ambiente abitabile. Pavimentazioni, imbiancatura e pittura delle pareti, assemblaggio e sistemazione dei sanitari, scelta e acquisto dei vari complementi d’arredo sono tutti passaggi che accompagnano e seguono la ristrutturazione di un bagno, fondamentali per la buona resa dell’intervento.

Rifacimento bagno: i costi da sostenere

 

Ogni intervento di rifacimento bagno implica, ovviamente, tutta una serie di costi e di spese precise da sostenere, vediamone insieme alcune secondo le indicazioni di Ristrutturare-casa.org. L’acquisto e l’installazione dei sanitari, per esempio, richiede solitamente un investimento che può variare in media dai 500 ai 2.500 euro. La messa in posa delle piastrelle, invece, costa (sempre in media) dai 15 ai 25 euro al metro quadro, mentre decisamente più alti sono i prezzi quando si parla di rifare per interno l’impianto idrico (in questi casi la spesa può variare dai 2.000 ai 4.000 euro o aumentare notevolmente se i lavori sono particolarmente complessi).

Come è facile intuire, dunque, ogni decisione comporterà inevitabilmente un impiego di denaro che, per qualificarsi come buon investimento, non potrà non tenere conto del budget iniziale a propria disposizione e dello scopo finale da raggiungere. Fattori questi ultimi fondamentali per la buona riuscita.

Rifacimento bagno: a chi rivolgersi

 

Un lavoro di ristrutturazione che si rispetti richiede l’intervento di gente specializzata e/o di professionisti del settore. Per essere sicuri di stare facendo le cose per bene, dunque, molto importante è affidarsi a persone competenti e con esperienza alle spalle. Un bravo piastrellista per la rimozione delle vecchie piastrelle e la messa in posa delle nuove, un imbianchino competente per il recupero e/o la pittura delle pareti e un idraulico esperto e capace per l’allaccio dell’impianto e il suo collaudo, per ogni operazione ci sarà una figura specializzata in quella mansione alla quale sarà possibile rivolgersi.

Qualora il rifacimento del bagno richieda l’esecuzione di più lavori una buona idea, per esempio, potrebbe essere quella di affidare tutto ad un’unica impresa edile, ovvero una ditta in grado di iniziare e portare a termine la ristrutturazione servendosi solo ed esclusivamente dei propri lavoratori. In ogni caso, comunque, molto importante è organizzarsi per tempo e valutare anticipatamente tempi e costi di realizzazione del progetto. Un preciso collocamento delle risorse e una chiara visione dell’obiettivo finale eviteranno, fin da subito, uno spreco inutile di soldi ed energie, ripagando con soddisfazione e buona resa l’investimento sostenuto.

Articoli Correlati

Condividi la notizia!

Preventivo Veloce

Tipo di lavoro
Città


Se non sai come funziona il preventivo veloce prova a leggere la pagina dedicata per capire come funziona e se ancora hai qualche dubbio dai un occhiata alla pagina delle FAQs.

Ricerca contenuti

Altri articoli che potrebbero interessarti

Controsoffittature: Come sono fatti i controsoffitti, tipologie e caratteristiche

Le controsoffittature sono una soluzione costruttiva all’interno dell’abitaz...

Grondaie in PVC: Vantaggi e qualità ma convengono?

Le grondaie in PVC (polivinile di cloruro) possono rappresentare una ottima sol...

intonacare muro esterno

Intonacare muro esterno: Come intonacare un muro e quali malte usare

Intonacare muro esterno: cosa occorre fare? Il distacco dell’intonaco, è un p...

Come costruire un tetto in legno: Norme e tipologie

Come costruire un buon tetto in legno? La domanda in questione è necessaria ove...

Cartongesso: Vantaggi e svantaggi dei mobili in cartongesso

Il cartongesso è sempre più utilizzato all’interno delle nostre case, grazie...